GAP – Graffiti Art in Prison

GAP – Graffiti Art in Prison è un progetto triennale che unisce ricerca interdisciplinare, valorizzazione del patrimonio artistico e impegno sociale a partire dallo studio del linguaggio dei graffiti, in particolare quelli delle Carceri del Sant’Uffizio dell’Inquisizione Spagnola custoditi all’interno di Palazzo Chiaramonte Steri a Palermo.

Ideato e promosso dal SiMuA – Sistema Museale di Ateneo dell’Università degli Studi di Palermo, in partnership con ABADIR, col Dipartimento di Storia dell’Arte dell’Universidad de Zaragoza, col Dipartimento di Scienze Politiche e Relazioni Internazionali dell’Università di Palermo e col Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck Institut, è finanziato dal programma Erasmus+ nell’ambito delle Strategic Partnerships for Higher Education 2020-2023 e patrocinato dal Ministero della Cultura e dal Ministero della Giustizia – DAP (Dipartimento Amministrazione Penitenziaria).

GAP – Graffiti Art in Prison si articola in una vasta serie di attività che si svolgeranno tra Italia, Spagna e Germania dal 2020 al 2023 e che spaziano dalla formazione, con il coinvolgimento di un gruppo di dottorandi per un un programma di studio intensivo, all’inclusione sociale, con l’attuazione di programmi artistici per i detenuti di alcune carceri di Palermo e di Firenze, al fine di migliorare le loro condizioni di vita e contribuire alla loro riabilitazione e reintegrazione nella società.

È prevista anche la produzione di un film-documentario realizzato dalla regista e sceneggiatrice Chiara Agnello per il canale televisivo Sky Arte, la pubblicazione degli esiti del progetto e una mostra itinerante nella quale saranno raccontati con linguaggi multimediali le opere realizzate dagli artisti e artiste coinvolti. La mostra partirà dalla Spagna, passerà per la Germania per approdare, infine, a Palermo, dove si trasformerà in esposizione permanente negli spazi delle Carceri dello Steri.

GAP è realizzato in collaborazione con l’Associazione Un Nuovo Giorno impegnata nella Casa Circondariale Pagliarelli di Palermo, con Gli Amici di Ambra Agnello Onlus, l’associazione Acrobazie, Coopculture e l’Accademia di Belle Arti di Palermo.

Per saperne di più

GAP – Graffiti Art in Prison
Un progetto di SiMuA – Sistema Museale di Ateneo dell’Università degli Studi di Palermo
 

In partnership con:

• ABADIR Accademia di Design e Comunicazione Visiva
• Kunsthistorisches Institut in Florenz – Istituto Max-Planck di Firenze
• Dipartimento di Storia dell’Arte – Universidad de Zaragoza
• Dipartimento di Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali dell’Università degli Studi di Palermo

Con patrocinio di:
Ministero della Cultura
Ministero della Giustizia – DAP (Dipartimento Amministrazione Penitenziaria).

In collaborazione con:
• Associazione Un Nuovo Giorno
Gli Amici di Ambra Agnello Onlus
• Associazione Acrobazie
Coopculture
• Accademia di Belle Arti di Palermo